Finanziaria 2019: cosa cambia per l’RC Auto

Livellare i premi. Questo è l’intento del Governo in materia di rc auto. Per livellare i premi però, si vedranno dei rincari al Nord e dei prezzi più bassi al Sud, dove sono più alti per via del maggior numero di incidenti.

Si risparmierà o si pagherà di più? Se pensi che il tuo premio sia troppo alto vai alla pagina di Compara Semplice e trova la tariffa assicurativa più adatta alle tue esigenze.

Se da una parte può non sembrare giusto veder aumentare il premio assicurativo, in particolare chi risiede al Nord, dall’altra non è certamente corretto che, a parità di classe di merito si paghino cifre differenti. Gli automobilisti virtuosi non dovrebbero essere penalizzati solo perché risiedono in una determinata zona d’Italia.

Le novità del Decreto Legge

Il Decreto Legge, ancora in via di definizione, porterà delle novità non ben precisate al momento del cambio della compagnia assicurativa. L’ostacolo più grande, cioè il procurarsi l’attestato di rischio, è stato rimosso dal 1°agosto 2018 ed è diventato di tipo dinamico, vale a dire che è gestito dalle compagnie assicurative con sistemi antifrode.

Livellamento premio assicurativo per virtuosi: quali sono gli ostacoli

Il principale ostacolo quando si parla di uguaglianza in fatto di premi per guidatori attenti è il sistema tariffario applicato sulle Rc auto. Esso infatti è strutturato su base territoriale, con premi più alti in zone con maggior numero di sinistri denunciati. Certo, si potrebbe ovviare ai premi troppo alti installando una scatola nera ma, al momento questo strumento è troppo complicato da usare in quanto la normativa che lo riguarda è ancora in fase di studio.

Un secondo ostacolo per le compagnie è quello relativo al loro fatturato. Per far quadrare il bilancio in caso di livellamento dei premi, si vedrebbero costrette a rincarare i premi sul territorio italiano per recuperare gli sconti delle zone a maggior numero di sinistri. Questo porterebbe a una serie di opposizioni da parte di chi subisce i rincari.

costo assicurazione auto

Rc auto: verso un nuovo futuro di assicurazioni personalizzate

L’attuale sistema assicurativo è evidentemente non adeguato, vi sono infatti troppi assicurati in prima classe. Troppi rispetto ai sinistri registrati. Questo perché c’è da considerare che i veicoli vengono condivisi in famiglia.

Relativamente alle scatole nere c’è da chiedersi se davvero sono affidabili, specialmente in fatto di frenate brusche. Potrebbe anche capitare che un automobilista guidi in zone di campagna, dove spesso attraversano animali, e non per questo significa che la sua guida sia pericolosa.

C’è ancora da decidere se le compagnie assicurative potranno decidere se applicare tariffe in base allo stile di guida e in che modo verrà stabilito questo stile di guida.

Ultimo punto da approfondire è quello legato al fatto che ciascun guidatore abbia una polizza, a prescindere dal numero di auto possedute. Ma questo andrebbe certo a sfavorire quei nuclei familiari numerosi e con scarse capacità economiche che posseggono un solo veicolo.

Non sarà facile scrivere il Decreto Legge, in particolare in materia di Rc auto, nel frattempo però si può sempre risparmiare sulla polizza comparando online le tariffe.

Cosa ne pensi ?

Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.