Clio volante rovinato

Gli allestimenti interni della mia Renault Clio sono veramente di qualità scadente.

Da nuova mi erano piaciute le finte cuciture in rilievo, la plastica lucida, tutto molto elegante.

Purtroppo tutto l’abitacolo con gli anni si è rovinato, dimostrando scarsa qualità dei materiali utilizzati, come non mi era mai successo con altre automobili.

Prima di tutto il volante, che si è presto screpolato alla luce del sole, fino a spellarsi. Daccordo, non ho usato in estate il parasole, ma non l’ho mai usato neanche nelle altre mie automobili (tra cui una gloriosa e rimpianta Renault 11) e non mi era mai successa una cosa del genere. Continue reading

strumentazione aria senza luci

Ormai dopo quasi cinque anni di disamina della Renault Clio penso di aver analizzato insieme a voi ogni singolo componente dell’auto ed infatti i nuovi articoli adesso sono un po’ meno frequenti e spesso non parlano direttamente della Clio ma del mondo dei motori in generale .

Visto che gli anni ed i chilometri sono tanti, i nuovi articoli che riguardano direttamente la Renault Clio sono ispirati ai piccoli inconvenienti, rotture e usura dell’auto che, purtroppo, irrimediabilmente  capitano .

Ieri sera ad esempio è nato il problema dell’illuminazione degli strumenti che regolano il flusso d’aria, il riscaldamento, la velocità della ventola . (questa parte dell’auto ad esempio era descritta in questo articolo)

Era notte ed era freddo, avevo il riscaldamento acceso, e  ruotando la manopola per dirigere l’aria dal parabrezza ai piedi, tutta quella parte della console si è spenta. Continue reading

sensori di parcheggio

Ero quasi pronto per farmi il mio personale regalo di Natale, poi non ho avuto tempo e non mi sono ben deciso su quale modello scegliere e per adesso ho rimandato.  Forse la Befana mi porterà nella calza il mio regalo .

Quello che avevo scelto erano dei sensori di parcheggio per la mia Clio, che naturalmente non ha in dotazione di serie questo strumento .

Sinceramente non lo ritengo un accessorio indispensabile, forse neanche utile. Parcheggio benissimo alla vecchia maniera, braccio destro che abbraccia il sedile passeggero, busto girato indietro e retromarcia a vista.

Però l’idea di un accessorio tecnologico mi piace, sono piuttosto sensibile ai gadget elettronici .  Ma la cosa che quasi mi ha convinto è il prezzo: girando su eBay ho visto che i sensori di parcheggio costano mediamente intorno dai 20 ai 40 euro, più le spese di spedizione e sinceramente pensavo costassero di più. Continue reading

connettore alzacristalli clio

pulsantiera alzacristalli smontata

Nell’ultimo articolo vi ho raccontato come il finestrino anteriore lato guida si alza da solo a piccoli scatti, fino a chiudersi.

Prima di portare la Clio dall’elettrauto (un po’ non ho voglia adesso di spendere e di lasciare l’auto ed inoltre non saprei da chi portarla dalle mie parti) ho provato a vedere se da solo riesco a trovare la causa del problema.

Quasi sicuramente un contatto elettrico.

Il fenomeno si ripete senza alcuna regolarità. Il finestrino può fare due scatti di seguito verso l’altro oppure stare decine di minuti fermo.

Un contatto elettrico stabile farebbe salire il finestrino in un movimento continuo, come se premessi io il pulsante.

Comunque il mio primo indiziato è stato il blocco dei pulsanti dell’alzacristalli elettrico, ed ho provato a smontarlo. Continue reading

sportello Nuova Clio esterno

particolare sportello clio interno con portaoggetti

I finestrini elettrici sono una gran bella comodità.

Una leggera pressione sul tasto ed il finestrino sale o scende fino alla posizione desiderata.

In alcuni modelli, tra cui la mia Clio Dynamique 1.2 GPL del 2010, una pressione più decisa porta il finestrino ad aprirsi o chiudersi completamente, senza bisogno di restare con il dito sul pulsante. Sulla Clio questa funzione c’è solo per il lato guidatore, non lato passeggero.

Funzioni ormai standard, non so neanche se sono ancora in vendita macchine con la classica manovella per alzare ed abbassare i vetri.

Come tutte le parti in movimento, gli alzacristalli elettrici, sono soggette ad usura. Quando decisi di cambiare la mia vecchia auto, uno dei problemi era proprio il finestrino che non si muoveva più, ne a salire ne a scendere. Il cavo d’acciaio che veniva avvolto dal motorino si era intrecciato bloccando tutto.

Adesso purtroppo con la Clio ho il problema opposto. Ossia il finestrino si muove, anche quando non premo il pulsante. Continue reading

Oggi mi sono accorto di un automatismo della Clio a cui finora non avevo mai fatto caso .

Giornata di pioggia a rovesci, avevo il tergicristallo alla massima velocità .

Ad un certo punto avevo un semaforo rosso davanti ed ho dovuto per forza di cose fermarmi e mi sono accorto che l’intensità del tergicristallo ha rallentato . Pur non avendo toccato nulla il movimento del tergicristallo è sceso al ritmo che avrebbe nella posizione più lenta, ed è ripartito alla velocità impostata quando con il verde è ripartita anche l’auto.

Un automatismo dell’elettronica, evidentemente studiato per evitare corse inutili del tergicristallo con l’auto ferma. Continue reading

Capita spesso che dopo parcheggiato la nostra Clio si spenga il motore, si apra lo sportello e ci si accorga di aver lasciato il finestrino aperto.

In questo caso non c’è bisogno di risalire in auto per accendere il quadro dopo aver reinserito la chiave.

Infatti anche a Clio spenta e quadro spento il finestrino della Clio, lato guidatore, può essere ancora azionato tramite l’apposito tasto per chiuderlo.

Una volta chiuso, non si può riaprire, se non accendendo il quadro.

La trovo una funzione molto utile, che uso spesso per compensare la mia distrazione.

Però funziona solo con il finestrino del lato guidatore.

Se a rimanere aperto è il finestrino lato passeggero si deve riaccendere il quadro per poterlo chiudere.

E’ una cosa che non capisco.

Anzi mi pare che, viaggiando da solo, sia più facile dimenticarsi di chiudere il finestrino destro che non quello sinistro. Eppure l’utile  accorgimento di permettere la chiusura anche a motore spento è stata prevista solo per il finestrino sinistro, lato guidatore.

A qualcuno viene in mente una possibile spiegazione che non sia quella semplicemente di risparmiare sulla componentistica elettronica ?

Altre auto di altre marche come si comportano ? Continue reading