Per il lancio pubblicitario e la vendita dell’ultima versione della Clio ha avuto tanta importanza il TomTom Carminat integrato nella plancia che si è poi rivelato non all’altezza della situazione. Un prodotto non funzionale e sorpassato rispetto ai navigatori in commercio, ingombrante quando non si usano le mappe e senza possibilità di spengerlo se non spengengo anche la radio.

Per la prossima Clio 4, in uscita nel 2012, forse Renault si farà perdonare.  Sulla nuova Clio potrà essere installato (a richiesta o forse disponibile per le versioni più accessoriate) il nuovo R-link, presentato da Renault al LeWeb 2011.

Renault r-link

R-link non è un semplice navigatore, ma un tablet vero e proprio, con sistema operativo android, schermo touch da 7 pollici e possibilità di scaricare applicazioni da un apposito app-store.

Infatti il tablet integrato con l’auto sarà un vero e proprio computer e se inizialmente sarà dotato di 50 applicazioni già previste da Renault la possibilità di averne di nuove sarà soggetto solo alla fantasia dei programmatori.

Per dirne una non sarà un problema utilizzarlo per vedere filmati, cosa che adesso con il TomTom tutti cercano di fare con una applicazione di hacking.

Con R-link sarà possibile ad esempio  scaricare la posta elettronica o feed RSS e farseli leggere dal sintonizzatore vocale mentre si guida .

Con R-link sarà possibile controllare tutte le funzioni elettroniche dell’auto, verifica consumi, gestione aria condizionata, ovviamente la radio, collegamento bluetooth con il telefono e fare molto di più, visto che lo sviluppo delle applicazioni sarà aperto a tutti.

schermata r-link

Avrà sia un controllo touch screen che comandi al volante che riconoscimento vocale.

La parte relativa alle mappe sarà affidata ancora a TomTom, si spera con un prodotto migliorato rispetto al Carminat.

Renault non ha ancora annunciato il costo di questo nuovo dispositivo, ma dice che ‘avrà un prezzo basso senza precedenti’ . Purtroppo però potrebbe essere previsto un costo di abbonamento annuale per la connettività necessaria al collegamento con le informazioni in tempo reale e per scaricare le App.

Renault non sarà la prima ad offrire un prodotto del genere, già offerto dalla Cadillac, ma sarà la prima a portarla sulle auto di fascia bassa (come è già stato per il navigatore integrato) e sono sicuro che riscuoterà molto interesse .



video dimostrativo delle funzioni in francese, ma si vede già qualcosa:

2 thoughts on “Clio 4 con il tablet

  1. Non sono assolutamente d’accordo sul commento negativo dato al carminat della clio.
    E’ un ottimo navigatore, come del resto lo sono tutti i tomtom.
    Presenta diverse funzioni da top di gamma e presenta il notevole vantaggio di potersi aggiornare tramite scheda sd.
    Non so quale segmento B possa offrire di meglio.
    I difetti sono quelli che accomunano tutti i navigatori.

  2. @Jacopo..
    Sono iscritto in un sito (alVolante,quello della rivista) dove criticano Renault senza mai averle possedute nè usate solo perchè sono appunto Renault! Criticano in primis la linea (secondo loro discutibile della Clio attuale,per non dire le parolacce!),poi i materiali,il navigatore… Io sono soddisfatto..ha 6 mesi la mia e 9900km..apparte la frizione che cigola per il resto tutto ok..la linea mi piace e il navigatore non mi ha mai fatto sbagliare una strada,anche in città dove non ero mai stato…quindi..è già valido l’attuale..anche se il telecomando…

Cosa ne pensi ?