bocchettone aria laterale Clio

La cosa più evidente da dire sui bocchettoni dell’aria sulla nuova clio è che rispettano perfettamente l’idea del cruscotto con le loro linee tondeggianti.

I bocchettoni laterali sono proprio tondi, evidenziati dalla rifinitura color argento, che diventano una goccia presi d’insieme con la pallina che comanda l’apertura/chiusura dell’aria .
Mi sembrano ben rifiniti e integrati nel cruscotto .

Come si vede anche nella foto c’è uno sbocco laterale, leggermente più in alto, con direzione del getto fisso verso il finestrino. Non so quanta superficie del finestrino riesca a coprire, ma apprezzo che ci sia.

La griglia del bocchettone ha la solita regolazione alto/basso destra/sinistra a mezzo di una piccola levetta centrale.
La pallina che regola l’afflusso d’aria è decorata con delle linee a scalare ad indicare quanto sia aperto il getto d’aria.

aria centrale
Il bocchettone centrale è diviso in due flussi separati destra/sinistra con la regolazione al centro. E’ posto in alto al limite del cruscotto.
Su questa griglia io posiziono il deodorante per auto, di quelli a boccettina, che sfruttano l’emissione di aria per diffondere la fragranza.

aria superiore

Sulla parte superiore del cruscotto, al centro, c’è una lunga striscia per soffiare aria sul parabrezza, quasi invisibile dal posto di guida. Ovviamente sono a direzione fissa.
Non ho ancora avuto modo di sperimentare quanto riescano a pulire il vetro appannato, ma mi sembra sufficientemente ampio.

I comandi per l’emissione dell’aria sono al centro sotto il bocchettone centrale.

strumenti aria Clio

A sinistra troviamo la regolazione per il maggior flusso, parabrezza, parte alta dell’abitacolo o piedi e posizioni intermedie, attraverso una manopola che girando fa sentire lo ‘scatto’ sulla posizione .

In posizione centrale, più in alto nel disegno e con una grossa doppia manopola, la regolazione della temperatura e della ventola. La ghiera più esterna regola la temperatura, la manopola interna la ventola con gradazioni da 0(ferma) a 4(massima forza).

Visto che ho preso l’auto a fine marzo ancora non ho mai provato il riscaldamento. Ne riparleremo se fornirà sorprese.

A destra c’è la terza manopola, che penso sia tale solo per simmetria degli strumenti. Infatti regola la chiusura dell’aria dall’esterno e ricircolo dell’aria dell’abitacolo. Io la uso solo quando entro in grandi gallerie, per evitare che entri in auto quella puzza fastidiosa di smog. Non so se ci siano altri usi. Comunque le posizioni funzionali sono solo 2: o tutto aperto, o tutto chiuso. Il fatto che ci sia una manopola con posizioni intermedie mi sembra davvero inutile.

Nello stesso quadro ci sono i pulsantini per l’accensione dell’aria condizionata, la cui temperatura nel caso della condizionata manuale si regola con la rotellona centrale, ed il pulsantino per lo sbrinamento del lunotto posteriore.


8 thoughts on “Che aria tira nella Clio

  1. Faccio due osservazioni in aggiunta a quanto esposto perfettamente da Salvatore, una positiva e una no.
    La positiva è che il bocchettone del parabrezza – non arrivando a coprire con la sua estensione la zona centrale dei sedili anteriori – consente di accendere le ventole ad alte velocità con l’aria condizionata attiva senza che il flusso arrivi (sbattendo sul vetro) direttamente in faccia agli occupanti (cosa che invece succede con la vecchia Palio Weekend di mio padre provocando assideramenti a chi è seduto davanti senza rinfrescare chi è dietro).
    La cosa negativa, invece, è che i getti laterali che vanno sul finestrino sono sì utili per evitare appannamenti (almeno nella zona dello specchietto) ma, nelle giornate fresche nelle quali è ancora presto per accendere il riscaldamento, possono dar fastidio a chi vorrebbe “isolarsi” dall’esterno e invece si ritrova questo fastidioso “spiffero” che viene da quelle mini-bocchette quando si procede a velocità elevata… Anche se magari in questo caso sono troppo freddoloso io! 😀

  2. Il problema degli spifferi si risolve semplicemente azionando il taso del ricircolo dell’aria !!! Provare per credere!!!

  3. salve ragazzi, io ho l’aria condizionata automatica,non so voi,ma quando cammino anche a medie velocità, entra una fastidiosissima aria calda nell’abitacolo,e sono costretto ad attivare il riciclo interno ogni volta, come ha detto Francesco Giannattasio,inoltre, non so se capita anche a voi,quando ho l’aria spenta mi porta sempre l’indicazione dei gradi a cui stava accesa precedentemente,mi dite se anche a voi fa cosi’,o devo portare l’auto in assistenza???

  4. È vero, come dice Francesco, che con il ricircolo attivo l’aria dalle bocchette non esce più, ma solo con le ventole spente. Io invece avrei voluto poter far uscire l’aria solo dal bocchettone centrale – escludendo tutte le altre “uscite” – anche con le ventole accese (eh lo so, ne voglio troppe! :D)

  5. Per felice: anche io ho il clima automatico, anche a me resta acceso e non si può far nulla per spegnerlo …

    Per vennegoor: Ma tu sei esageratoooooo 😀

  6. Comunque in queste ultime due mattine in cui ha iniziato a fare più fresco ho acceso il riscaldamento e mi è sembrato molto fiacco …
    Tenerlo al minimo è come non accenderlo (a motore già caldo).
    La rotella va ruotata molto e accesa la ventola altrimenti il riscaldamento non si sente .
    E, mi dispiace per Vennegoor, ma anche a riscaldamento acceso dalla bocchetta laterale continua ad uscira aria fresca (o fredda secondo la sensibilità).

  7. Adesso che è arrivato il freddo vero ed ho avuto realmente bisogno del riscaldamento posso dire che è assolutamente insufficiente.
    La Clio non si scalda. Metto la ventola a 4, riscaldamento al massimo e l’aria si scalda solo dopo molto e comunque non tanto. Il rumore della ventola invece è insopportabile.

Cosa ne pensi ?