il motore compatto della nuova clio

Diamo un’occhiata al motore, da semplici autisti, non da meccanici.
Tirando la leva a sinistra in basso del posto di guida si ‘sgancia’ il cofano e poi posizionandosi davanti all’auto in posizione centrale c’è una leva da premere. Si alza il cofano e si fissa con la barra che è a destra .

Quando ho ritirato l’auto il concessionario ha fatto queste operazioni e mi ha mostrato velocemente il motore. La prima cosa che ho pensato alla sua visione è stata: povero Andrea (il mio meccanico di fiducia).

Infatti il motore mi sembra così compatto da darmi la sensazione che sia difficile da metterci le mani, troppo poco spazio per lavorarci.  Comunque è sens’altro una sensazione da profano .


il motore della clio visto di lato

Le cose che ci interessano come autisti sono contate.

La batteria della nuova clioSulla destra c’è la batteria, protetta almeno alla vista da un coperchio facilmente rimovibile.

Fortunatamente la batteria è del tipo con spia luminosa che indica la corretta carica.

Sulla sinistra ci sono i contenitori per il liquido lavavetri e per l’olio motore.

Mi sembra che le cose dove potremmo mettere le mani sono tutte indicate dal colore giallo. Giallo sono i tappi dei contenitori sopra descritti, gialla è l’astina della misurazione dell’olio e gialla è la punta della barra per tenere aperto il cofano.

Però il tappo per l’olio non riporta nessuna indicazione. E’ giallo e basta senza scritte e simboli. Mentre il tappo del liquido lavavetri ha il suo bel simbolo di riconoscimento, quello dell’olio no.

Asta ricurva per il controllo dell'olioL’astina dell’olio si individua facilmente, si trova in basso sul centro sinistra, ed è molto particolare.  Per raggiungere la sua posizione è infatti curvata in modo che possa passare sotto a dei tubi e raggiungere il suo vano in posizione più centrale .
Comunque si estrae e si reinfila con facilità.

La sensazione generale è di molta cura ai particolari. Mi sembra tutto molto protetto, fissato, stretto, legato .

3 thoughts on “Uno sguardo al motore della Clio

  1. Pingback: Technotizie.it

  2. Per quanto riguarda la visione generale sono d’accordo: io quando p’osso le mani nel motore ce le metto! Posso fare qualche critica sulla qualità di alcune plastiche (lavoro nel settore dell’automotive con esperienza di qualche lustro nel mondo della plastica), ma è allineata alla concorrenza. A livello di architettura mi ha fatto una buona impressione (parlo per la 1.2 da 75cv). Molto accessibile rispetto ad altre vetture come per esempio la modus (altra vettura di famiglia).Mi sono già trovato a dover cambiare le lampadine degli anabaglianti e (a differenza della modus che devi smontare il paraurti) basta levare le cuffie, sganciare la basetta e poi estrarre la lampadina; poi si monta tutto nell’ordine inverso. Forse l’unico problema è stato dover andare tutto a tastoni come i cechi perchè la procedura non è spiegata sul manuale e la macchina nera non aiuta la visione nelle zone in ombra.

  3. Ciao ragazzi vi pongo il mio dubbio. Ho comprato una clio 20th il mese scorso 1.2 gpl 75cv…Quali sono i consumi durante il periodo di rodaggio ? Possibile che sull’autostrada con un pieno di GPL (130km fissi) non ho fatto più di 170 km tenendo spenta l’aria condizionata ? e poi ho notato che scendeva addirittura l’indicatore della benzina.

Cosa ne pensi ?