Se avete attivato il feed dei commenti sapete che questa mattina mi ha telefonato a sorpresa Renault Italia per farmi sapere che la mia auto è già in Italia e per la precisione al centro di smistamento di Livorno.

Mi hanno chiamato perchè avvicinandosi la data del 31 marzo, entro cui deve essere immatricolata l’auto per avere gli ecoincentivi, e visto che il concessionario continuava a rimandare la data di consegna, ho scritto per raccomandata alla concessionaria ed a Renault Italia per chiarire, se ce ne fosse bisogno, che eventuali ritardi non dipendono da me e quindi non mi sarei sobbarcato dei maggiori oneri .

La gentilissima signora di Renault mi ha dato quindi la buona notizia, dicendomi anzi che queste situazioni sono particolarmente monitorate da Renault. Cioè se l’auto è stata ordinata con incentivi ha precedenza di consegna sulla altre, con buona pace di chi non aveva l’auto da rottamare.

Comunque Livorno è a circa 130 km dalla concessionaria dove devo ritirare l’auto, quindi per me ormai dovrebbe essere solo questione di giorni.

Non vi nascondo che sono un po’ ansioso, quindi il mio pensiero adesso è cosa devo controllare al momento del ritiro dell’auto e prima di saldare il conto.



Pensando e cercando un po’ in rete ecco una lista delle cose da controllare:

  • che la carrozzeria sia integra e non ci siano graffi;
  • che le portiere chiudano tutte regolarmente (su questo ho avuto problemi all’acquisto della vecchia auto)
  • che gli optional previsti e pagati siano tutti presenti;
  • che ci siano i tappetini (prezioso omaggio del concessionario  🙁  )
  • che la tappezzeria sia a posto;
  • che siano consegnate tutte le chiavi (a proposito, quante copie ne danno ?)
  • che consegnino i documenti dell’auto previsti (libretto e certificato di proprietà e certificato di rottamazione) e a voler essere pignoli che il numero di telaio sui documenti corrisponda a quello dell’auto;
  • che l’auto sia completa delle dotazioni di sicurezza obbligatorie (triangolo OMOLOGATO e cosa altro ?);
  • che il contachilometri non segni un chilometraggio eccessivo o che, se segna zero o poco più, le bavette di stampa sugli pneumatici siano ancora presenti ;
  • che sia presente i kit di gonfiaggio;
  • che sia montato l’emulatore consumo per il GPL (come si fa di preciso ?)
  • che funzionino le varie luci.

Quando ritirerò effettivamente l’auto sarebbe gradito che mi spiegassero il funzionamento della macchina almeno nelle parti principali, nell’uso del GPL e degli accessori .

Appena uscito dal concessionario, farò  rifornimento (presumo solo benzina rimandando il GPL a dopo che l’auto avrà subito almeno un po’ di lubrificazione) e
controllerò  la pressione dei pneumatici .

Poi girerò un po’ con l’auto senza allontanarmi troppo, così da verificare il perfetto funzionamento e riportare l’auto al concessionario qualora ci fossero problemi.

Sono troppo paranoico ?

6 thoughts on “decalogo per il ritiro della nuova auto

  1. per verificare la presenza dell’emulatore cercare “dentro quel tappo ovale nero sotto il sedile post. destro”

    Per gli incentivi mi hanno detto in concessionaria che se l’auto non arriva entro il 31/3 devono procedere lo stesso con l’immatricolazione.
    Comunque anche la mia concessionaria dista più o meno 130Km da Livorno. Sono ottimista.

  2. Ti dico cos’ha la mia Nuova Clio 1.2 16V Dynamique GPL ritirata finalmente ieri (era arrivata già a metà febbraio):
    – ci sono 2 chiavi con telecomando a radiofrequenza integrato: una di tipo B e l’altra di tipo C (vedi libretto d’istruzioni). Sono a 2 pulsanti;
    – a me hanno dato il triangolo, il giubbotto catarifrangente e un kit di luci di ricambio;
    – il mio contachilometri segnava 12km e l’auto aveva il pieno GPL;
    – per l’emulatore devo verificare…;
    – il concessionario mi ha spiegato sommariamente tutto;
    – nel mio caso ho il navigatore con telecomando;
    – riguardo all’alimentazione a GPL: puoi andarci fin da subito. Infatti il manuale GPL a corredo dice espressamente “…ogni 5000km, fare 5-10km solo a benzina per lubrificare…”. Inoltre a GPL il primo tagliando è a 15000km. Per ora non ho problemi (ho fatto poche decine di km);
    – gli optional li ho avuti tutti;
    – i tappetini erano presenti;
    Ed il resto è in linea con quanto da te scritto.

  3. Stamani sono andato a vedere la macchina (e pagare) in attesa di immatricolazione e consegna.
    La maggior parte dei controlli saranno rimandati al momento del ritiro, perchè l’auto in attesa non è nel salone del concessionario, ma in un cortile poco distante.
    Era fangosa per la piogga e quindi non era possibile vedere se si fossero graffi. L’interno, dove andranno i tappetini, era protetti da teli. Ho messo un attimo in moto giusto per sentire il rumore del motore. Ho visto che ha già il pieno di GPL e quasi niente benzina.
    Gli pneumatici erano a posto.
    Insomma fangosa com’era non aveva un bell’aspetto, ma non vedo l’ora di ritirarla.
    Ho chiesto espressamente che prima del ritiro mi controllassero l’installazione dell’emulatore .

  4. Ti riporto la descrizione dal sito LandiRenzo:

    Dispositivi elettronici che, durante il funzionamento a gas, dialogano con la centralina di diagnostica di bordo del sistema benzina emulando i segnali necessari ad evitare che la centralina registri falsi errori durante il funzionamento a gas. In tal modo il sistema benzina lavora in condizioni ottimali, evitando derive e falsi errori.

    In pratica questo emulatore è indicato come il colpevole del fatto che marciando a GAS la lancetta della benzina scende ugualmente .

Cosa ne pensi ?